Produttività aziendale: come massimizzarla con l’IA

Uno dei modi per massimizzare la produttività dei dipendenti di un’azienda è quello di permettere loro di concentrarsi su mansioni rilevanti, evitando ridondanze e perseguendo una migliore gestione del tempo.

La prospettiva di ridurre, o addirittura eliminare, quella pletora di task ripetitivi che gravano quotidianamente sulle spalle dei dipendenti aziendali, consumando risorse in termini di energia e tempo, è uno delle ragioni dell’entusiasmo generato dai nuovi orizzonti aperti dall’intelligenza artificiale.

La promessa è quella di liberare risorse per poterle reindirizzare verso progetti caratterizzati da un core, per così dire, più “umano”, come ad esempio attività che richiedano creatività o ingegno. E’ proprio nei task che si basano sull’intelligenza sociale, sull’intelligenza creativa, sulla percezione e sulla capacità di interagire con sistemi caotici che il fattore umano è fondamentale e, al momento, non sostituibile dalla macchina.

Per molte altre mansioni, tuttavia, le tecnologie cognitive sono mature per venire in aiuto ai dipendenti, alleggerendo le loro giornate lavorative e permettendo loro di concentrarsi su compiti più stimolanti e utili per l’azienda.


Tra i molteplici task routinari e automatizzabili si possono annoverare i seguenti:

  • ricerca di informazioni all’interno di knowledge base aziendali, resa spesso dispendiosa dalla quantità di cartelle e file da aprire;
  • prendere appunti veloci ed condividerli in tempo reale con altre persone o altri dispositivi;
  • richiedere informazioni tecniche e istruzioni (“Come installo la stampante?”, “Come si utilizza un particolare macchinario?”, ecc. ) a un assistente virtuale che risponda in maniera coerente alla richiesta sulla base della documentazione aziendale;
  • gestire l’organizzazione di meeting tra dipendenti in maniera automatica attraverso la condivisione dei calendari e l’invio automatico di mail relative alla partecipazione.

L’automazione dei processi, la riduzione degli errori e una gestione più adeguata dei clienti e delle vendite non solo permettono di tagliare costi aziendali ma anche di aumentare le entrate. E le cifre del risparmio sono tutt’altro che risibili: secondo un report a cura di WorkMarket, l’automazione potrebbe portare a un risparmio tra le 2 e le 3 ore nella giornata lavorativa dei dipendenti. Risparmio che si tradurrebbe in 6 – 9 settimane da dedicare ad altre mansioni nell’arco di un anno.

Le stime di un’altra ricerca condotta da Deloitte collimano: l’IA potrebbe liberare circa il 30% del tempo di manager e impiegati. Naturalmente le dimensioni e l’impatto del cambiamento dipendono da molti fattori, alcuni politici, altri finanziari, ma anche dalla consistenza dell’investimento che le singole aziende sceglieranno di fare. Quello che è certo è che il processo è ormai iniziato e la direzione dell’automazione è presa.

Presago mette a disposizione della tua aziende un assistente gestionale per velocizzare i task ripetitivi e permetterti di impiegare al meglio tempo e risorse. Contattaci per una consulenza gratuita.